Monumento al Palombaro

June 19, 2019

Si è svolta il 15 giugno, a Marina di Ravenna, davanti all'ingresso del Museo Nazionale delle Attività Subacquee in Piazzale Marinai d’Italia, la cerimonia di inaugurazione del “Monumento al Palombaro”.

"Desidero puntualizzare che così come il MAS è l'unico museo del genere in Italia e uno dei pochi nel mondo, anche il Monumento al Palombaro sarà l'unico del suo genere in Italia e l’ottavo nel mondo, e sarà un ulteriore fiore all'occhiello non solo per HDSI e Marina di Ravenna ma anche e soprattutto per tutta la subacquea italiana" - hanno sottolienato dal HDSI - Historical Diving Society Italia - in occasione del 25^ anniversario. 

L'idea di realizzare il Monumento al Palombaro è nata nel 2016 per dare il dovuto riconoscimento per le sue gesta a questa mitica figura di “Lavoratore del mare”, così come lo aveva definto Victor Hugo nel 1866.

La statua, in bronzo, è opera di Alberto Muro Pelliconi, un artista ben conosciuto da chiunque ami il mare come lui perché i colori degli oceani, le forme delle creature che lo popolano sono la sua prevalente fonte di ispirazione.
 
Il Monumento è alto 3,80 m, ha una base ottagonale in pietra d’Istria, su cui è poggiato e vincolato un tubo in cemento precompresso ricoperto al 100% da un pannello in mosaico, in cui sono raffigurati quattro diversi sistemi d'immersione, quello di Mariano di Jacopo (Taccola) del 1433, di Gulielmo da Lorena del 1531, di Niccolò Tartaglia del 1551 e di Giovanni A. Borelli del 1680.  
Sopra il tubo poggia il basamento in pietra d'Istria per la statua in bronzo, alta 2,30 m. realizzata col processo della cera persa da una fonderia di Verona.

 

 

 

 

 

 

Please reload

Featured Posts

Nasce a Lamezia Terme "Sub Academy"

September 26, 2015

1/1
Please reload

Recent Posts